Il mail marketing intelligente è diretto soltanto a chi è interessato.

Per emergere nel mare di spazzatura digitale il mail marketing deve essere gestito con determinati criteri già in fase di gestione preliminare dei nominativi da contattare. La mailing list (la lista dei destinatari) è una prima variabile di cui tenere conto e la scelta degli intestatari delle mail va fatta in base agli interessi comuni e in riferimento alla volontà o meno di ricevere informazioni su prodotti, servizi, aggiornamenti.

La strategia di sviluppo di un mail marketing si potrebbe riassumere in 4 step principali:

  • raccolta dei nominativi da contattare tramite consenso esplicito per ricevere materiale informativo o pubblicitario. La raccolta può essere effettuata tramite l’utilizzo di landing page che attraverso moduli dedicati invitano gli utenti a lasciare i loro dati di contatto, magari proponendo come scambio qualcosa di gratuito. Oppure in fase di iscrizione ad un sito di e-commerce, in questo caso l’utente, oltre ad acquistare un articolo venduto on line è interessato ad accessori o aggiornamenti del prodotto stesso. Gli esempi che si potrebbero fare sono infiniti, ma l’importante è comprendere che la selezione a monte dei nominativi e di persone interessate aumenta le probabilità di successo della strategia di mail marketing. Ogni nostra mail inviata arriverà su un terreno fertile e ricettivo e non su un terreno arido e disinteressato.
  • Inserimento di tutti i nominativi raccolti  in strumenti come mailchimp, sendinblue, al fine di poter inviare con cadenze settimanali o mensili, novità, aggiornamenti, informative. L’inserimento può essere fatto per singolo nominativo o per gruppi di nominativi direttamente da un database.
  • Preparazione grafica della mail in linea con le intenzionalità e le strategie promozionali. La mail conterrà logo, un’impaginazione chiara e lineare con links cliccabili per invitare l’utente a interagire con il sito web (azioni o call to action).
  • Invio finale, massivo a tutti gli interessati.